Archivio fotografico

L’archivio fotografico della Soprintendenza conserva, cataloga e rende fruibili immagini che raffigurano beni culturali, mobili e immobili, delle province di Firenze, Pistoia e Prato. È costituito dal fondo della ex Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Firenze, cui si è aggiunto il fondo della ex Soprintendenza Archeologia della Toscana nel 2016. Oltre al patrimonio pregresso, l’Archivio si arricchisce costantemente di nuova documentazione riguardante i vari interventi di tutela, restauro, valorizzazione del patrimonio culturale frutto dell’attività istituzionale svolta dalla Soprintendenza nelle province di Firenze, Pistoia e Prato.

Veduta dell'archivio fotografico sezione beni architettonici e paesaggistici

L’attuale lavoro di catalogazione e ordinamento, pur all’interno di un unico archivio, mantiene le diverse caratteristiche dei due fondi, architettonico-paesaggistico e archeologico, attraverso un’articolazione in due sezioni distinte.

Sezione beni architettonici e paesaggistici

Il Gabinetto fotografico della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici è attivo da più di 50 anni e il suo archivio conserva circa 200.000 pezzi, fra lastre e pellicole di vario formato.

Personale:
Michela Della Lunga (responsabile)
055-2651852 / michela.dellalunga@beniculturali.it
Giustino Mauro Ivan Di Sipio
055-2651813 / giustinomauroivan.disipio@beniculturali.it

Per orari e modalità di accesso consulta la pagina di Uffici aperti al pubblico.

Sezione beni archeologici

L’archivio contiene attualmente circa 13.000 tra immagini digitali e negativi/diapositive digitalizzate, relative a scavi, monumenti e materiali dai contesti archeologici delle provincie di Firenze, Pistoia e Prato.

A questi documenti, si aggiungono quelli del fondo chiuso dell’ex Centro di Restauro Archeologico, che contiene la documentazione fotografica delle analisi e dei restauri eseguiti tra 1966 e 2016 consiste in circa 11.000 negativi, 21.000 diapositive, 3300 radiografie e 600 video (su nastro e digitali), oltre ad alcune migliaia di immagini digitali, in corso di catalogazione.

Personale:
Ursula Wierer (responsabile)
055-2651741 / ursula.wierer@beniculturali.it
Stefano Anastasio
055-2651885 / stefano.anastasio@beniculturali.it

Al momento non è prevista la consultazione in sede dell’archivio di questa sezione, in fase di ordinamento. Per informazioni e richieste scrivere a: sabap-fi@beniculturali.it

Concessioni e autorizzazioni all’uso delle immagini

Il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio considera la riproduzione fotografica di un bene culturale come una forma d’uso del bene culturale stesso. Per questo motivo va soggetta a concessione d’uso o ad autorizzazione.

Per le immagini relative ai beni culturali in consegna a questa Soprintendenza, questo Ufficio rilascerà una concessione d’uso (artt. 106, c. 1-2 e 107 del Codice dei beni culturali e del paesaggio), fatte salve le disposizioni in materia di diritto d’autore e di terzi.

Per i beni culturali in consegna ad altri enti o istituzioni cui spetta il rilascio della concessione d’uso, questo Ufficio rilascerà un’autorizzazione dopo aver verificato che le modalità di esecuzione delle riprese, qualora necessarie, garantiscano la tutela del bene e che l’uso dell’immagine sia compatibile con il carattere culturale del bene (art. 106, c. 2bis del Codice).

Lo stesso vale per i beni culturali di proprietà privata. In questo caso, il richiedente deve allegare alla richiesta anche l’autorizzazione del proprietario del bene ripreso.

Visita la sezione dedicata agli archivi nella Modulistica.